SPLITBOARD WORLD

SPLITBOARD WORLD

Questo mese di maggio dal carattere “invernale” è ideale per proporre alcune considerazioni sulla stagione splitboard appena conclusa.

La splitboard o splitboarding è senza dubbio un’attività che negli ultimi anni ha dimostrato una continua evoluzione, avvicinando nuovi appassionati e in alcuni casi molti nostalgici di quello spirito di libertà che tanto richiamava lo snowboard ai suoi albori: freedom, freestyle, freeride.

Io stesso, agli inizi degli anni novanta, fui conquistato dal fascino di questo “attrezzo” (lo snowboard) che mi permetteva di cavalcare onde di neve e di proiettarsi in aria alla ricerca della manovra e del trick perfetto (anche se non mancavano le cadute…).

Quest’anno un dato importante riguarda la tipologia di praticanti: allo Split Day Aosta Valley di dicembre hanno partecipato quattordici donne così come non sono mancate le snowboarder motivate durante alcune uscite splitboard e in occasione del Wild Splitboard Camp con dislivelli di tutto rispetto (senza contare il Camp dedicato solo per le Ladies).

La splitboard sta finalmente offrendo a tutti la possibilità di raggiungere nuovi obiettivi, questo grazie all’evoluzione dei materiali a disposizione di aziende che credono e continuano ad investire e al lavoro di persone e professionisti sempre più attivi sulla scena italiana ed internazionale.

Obiettivi individuali, personali o condivisi:

– fuga dalla routine e dallo stress di luoghi e piste affollate
– semplice giro/gita di svago
– ricerca e messa in discussione dei propri limiti
– condivisione di fatica, esperienza ed emozioni
– caccia alla “powder” in spot immacolati ed esclusivi
– studio ed esplorazione di nuove linee da montagne uniche o meno conosciute

Ogni motivazione, nella sua diversità, contiene quale denominatore comune il raggiungimento di una certa soddisfazione personale: si tratta di quel sano narcisismo che contribuisce ad esaltare l’ego senza necessariamente scadere nella mera volontà di apparire.

Ogni motivazione consolida l’obiettivo principale della splitboard: la scoperta (e riscoperta) del fascino della natura, delle montagne, della neve e perché no…di noi stessi.

Ettore

No Comments

Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: